Storia

famiglia_cagliari_1895

1895

Ambrogio Cagliari, poco più che ventenne, lascia il duro lavoro nei campi e si imbarca per il Sud America. In Brasile trova lavoro nelle fazendas di caffè, prima come bracciante poi caposquadra, apprendendo così l’arte di selezionare il caffè, della tostatura e miscelatura. Diventa così esperto che nel 1907 viene inviato dal governo brasiliano in Francia, per rappresentare e promuovere il caffè del Brasile in Europa.

4.1.2

1909

Con famiglia e figli, Ambrogio rientra in patria e apre a Modena, nella centralissima Piazza Grande, la bottega di torrefazione e degustazione di caffè “Grande Torrefazione del Caffè Brasile”.
I caffè selezionati e importati direttamente dal Brasile vengono qui tostati e miscelati, poi macinati e trasformati in bevanda per bollitura. Andare a bere un “caffè del Brasile” diventa un rito per i modenesi.

1939_1

1939

Avendo ormai superato i confini della vendita al dettaglio, l’attività di tostatura si trasferisce in un apposito magazzino mentre la bottega di macinatura, confezionamento e vendita al pubblico viene spostata nella vicina Piazza Marconi. Ambrogio ha ormai passato l’attività ai 3 figli maschi, che la gestiscono insieme specializzandosi ognuno in un settore: Luigi, in particolare, si appassiona all’arte della tostatura trasmessagli dal padre.

torrefazione_brasile

ambrogio_cagliari

1950

Nel 1951 il capostipite Ambrogio si spegne, ma i tre figli danno un nuovo impulso all’azienda paterna. Superate le difficoltà del periodo bellico si struttura una prima rete commerciale con agenti che distribuiscono i prodotti Cagliari nei bar della provincia. I pacchi di caffè sono confezionati a mano in carta oleata e viene disegnato il nuovo logo a forma di caffettiera e il marchio Cagliari diventa noto ovunque a garanzia di qualità.

1963

1963

Si inaugura il nuovo spazioso stabilimento di Via Emilia Est, ancora oggi sede dell’azienda, con un reparto produttivo all’avanguardia dove si producono le prime lattine sottovuoto.

tazzina_canta_cagliari

1965

Le strade dei 3 fratelli Cagliari si dividono e Luigi, insieme al giovane figlio Alberto, rileva l’azienda di Via Emilia Est, il nome commerciale, il marchio registrato e l’insegna Caffè Cagliari.
Presto i successi commerciali portano l’azienda Cagliari ad affermarsi come la principale torrefazione della provincia e oltre, grazie ad una ramificata rete commerciale e ad un’ampia gamma di prodotti dedicati sia al consumo domestico che al settore bar.

1980

1980

Alla scomparsa del padre Luigi, Alberto trasforma la Caffè Cagliari in una società per azioni e diventa l’unico dinamico manager dell’azienda. Investendo nella ricerca e nell’innovazione, pur sempre nel pieno rispetto della tradizione, porterà l’azienda ad una indiscussa leadership in Emilia Romagna e nelle regioni limitrofe, con presenza capillare nella Gdo e migliaia di clienti nel settore Ho.re.ca., grazie ad un affiatato team di agenti.

2000

2000

Per migliorare la leggibilità del logo aziendale nelle nuove aree e mercati in cui l’azienda si sta espandendo, lo storico logo con la tradizionale caffettiera, riconosciuto ed affermato nelle zone di maggior diffusione, viene sottoposto ad un delicato e vincente restyling, seguito dalla figlia di Alberto, Alessandra, che in azienda si occupa prevalentemente di comunicazione, immagine, packaging ed eventi.

scuola_caffe_Cagliari

2006_0

2006

Viene introdotto l’innovativo sacchetto con speciale valvola ad alta pressione, per le confezioni in grani dedicate al settore professionale: un metodo semplice e naturale per trattenere tutti gli aromi naturali del caffè e conservare i chicchi più a lungo nella loro atmosfera ottimale. Una scelta importante che ha comportato grossi investimenti produttivi e distributivi, pienamente compensati però da un risultato in tazza eccellente e da un’ottima costanza di rendimento
Nello stesso anno viene inaugurato il centro di formazione e cultura aziendale “La Scuola del Caffè”.

100_anni_cagliari

2009

Nell’importante ricorrenza dei 100 anni dalla fondazione, Caffè Cagliari si è aperta ai mercati esteri per esportare esclusivamente un caffè di alta qualità, come è nella centenaria tradizione aziendale. In occasione dei festeggiamenti per l’anniversario aziendale è stato ufficialmente inaugurato il museo “Le macchine da Caffè” che rappresenta la più importante e completa collezione aziendale di macchine per caffè espresso da bar, dai primi del ‘900 ad oggi.